+39 0543 805270
+39 0543 705473

Brush e tamponi buccali

Informazioni utili su brush e tamponi buccali

Molti allevatori e proprietari ci rivolgono spesso domande sui brush e sui tamponi buccali come matrici per i test genetici. Abbiamo quindi pensato che sia utile condividere i dubbi e quesiti, che più frequentemente ci vengono rivolti a beneficio e chiarezza di tutti.


Ecco qui le principali domande ricevute e le relative risposte.

 

  • Per eseguire un test genetico è meglio il sangue o i brush/tamponi?

In linea teorica vanno bene entrambi. Nella pratica, è FORTEMENTE CONSIGLIATO IL SANGUE INTERO EDTA (ne basta circa 0,5 ml); con il sangue, l’analisi è eseguita più velocemente e non si corre il rischio di dovere ripetere il campionamento.

 

  •  Se si sceglie di inviare brush/tamponi quali precauzioni prendere per fare un buon prelievo?

Con i brush/tamponi è importantissimo seguire questi 4 consigli.

  • Mandare almeno 2 brush/tamponi per ogni soggetto da testare.
  • Assicurarsi che la provetta in cui si ripongono brush/tamponi sia vuota, cioè senza terreni o mezzi di coltura.
  • Isolare i soggetti da testare almeno alcune ore prima del prelievo; per questo motivo i bush/tamponi non sono consigliabili nei cuccioli perché prendono il latte materno e non si possono separare.
  • Sfregare vigorosamente sulle gengive (non sulle guance o sulla lingua); può essere utile sfregare sul colletto dentale (punto di passaggio tra gengiva e dente); se il tampone diventa rosato è un segno di buon prelievo.

Se il materiale raccolto con il brush/tampone è troppo poco, può accadere che sia richiesto di inviare un nuovo campione!!!!!

Un test genetico non è un test forense; la prerogativa fondamentale e essenziale di un test genetico è che sia sicuro e non che sia in grado di analizzare campioni con quantità scarse di DNA. Il test genetico deve essere sicuro e perché ciò sia possibile il materiale deve essere abbondante.

 

  •  Cosa succede se il laboratorio chiede di rinviare un brush/tampone perché il primo campione era inadeguato?

Innanzitutto, i tempi di refertazione sono conteggiati da capo dal momento di ricezione del secondo campione.

Inoltre, in questo caso il laboratorio non richiede di pagare nuovamente il costo dell’analisi; nel caso di inadeguatezza anche del secondo campione, sarà necessario pagare nuovamente l’analisi per fare un terzo invio.

 

  • L’allevatore può eseguire personalmente il prelievo con brush/tamponi?

Per eseguire una verifica di parentela ENCI il prelievo deve essere eseguito da un veterinario iscritto all’Ordine.

In tutti gli altri casi, accettiamo campioni eseguiti direttamente dai proprietari e allevatori ma sul referto sarà indicato che il prelievo non è certificato.

 

  • Dove si acquistano i brush/tamponi?

Noi consigliamo sempre di rivolgervi direttamente al vostro veterinario di fiducia, che generalmente dispone di brush/tamponi.

In alternativa, potete rivolgervi ad una farmacia ben fornita; i tamponi sono quelli comunemente impiegati per i tamponi faringei dei bambini. E’ importantissimo verificare che il contenitore del tampone sia vuoto e senza terreni o mezzi di coltura.

Come ultima alternativa, il nostro laboratorio fornisce la disponibilità di:

- invio di 10 citobrush al prezzo di euro 7.32 (iva inclusa)

- invio di 20 citobrush al prezzo di euro 12.20 (iva inclusa).

 

Per poter ricevere i citobrush è necessario inviare al Laboratorio un'e-mail richiedendo l'invio di 10 o 20 citobrush e scrivere i propri dati anagrafici (nome, cognome, indirizzo, cap, comune, provincia, codice fiscale/partita iva, recapito telefonico). In questo modo, il personale provvederà ad emettere la fattura ed allegarla all'invio dei citobrush, mentre il cliente provvederà all'invio tramite e-mail dell'attestazione dell'avvenuto pagamento di tali citobrush.

 

  • Cosa fare con i cuccioli? E’ vero che il test genetico non si può fare prima di una certa età?

Non è vero, il test genetico si può fare anche su un cucciolo perché il suo DNA non “cambia”. Tuttavia, come detto prima, è sconsigliabile fare un tampone buccale ad un cucciolo che prende il latte materno e in cui non si può escludere che ci sia in bocca anche del materiale genetico della madre.

In questo caso, la cosa più sicura è il prelievo di sangue, che però spesso nella pratica è una scelta non percorribile.

Pertanto noi consigliamo una sorta di compromesso da fare eseguire sempre dal proprio veterinario di fiducia; pungere il padiglione auricolare e recuperare il sangue con 1 o 2 tamponi sterili. Nel corso degli anni abbiamo avuto modo di verificare che questo metodo garantisce successo nell’esecuzione dell’analisi senza essere invasivo.

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK

Loading…